Webinar su “Circular Economy e Recovery Plan” – 25 maggio

L’Energy Efficiency Campus, l’hub culturale e scientifico del Gruppo Edison, e GEAM (Associazione georisorse e ambiente) promuovono, in collaborazione con Sersys Ambiente, per il prossimo 25 maggio dalle ore 10 il webinar dal titolo “Circular Economy e Recovery Plan: strategie e opportunità per il rilancio dell’economia e per la riduzione di gas effetto serra”.

L’evento, trasmesso in diretta sul canale Youtube di Sersys Ambiente e su Ricicla TV, sarà un’occasione per misurare lo stato di avanzamento dell’economia circolare in Italia e analizzare le principali misure adottate a livello strategico, normativo ed economico, confrontandole con quelle dei maggiori Paesi europei.

Al centro del dibattito sarà il Recovery Plan, con le principali sfide da affrontare e le priorità di azione necessarie allo sviluppo della rivoluzione verde e della transizione ecologica.

“Il Piano d’Azione per una nuova economia circolare presentato dalla Commissione UE sotto il Green Deal europeo promuove la transizione verso un’economia realmente circolare: una strategia di rilancio economico attraverso investimenti, innovazione e trasformazione per rendere l’Europa il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050”, evidenzia Marco Scarrone – Environment & Safety Advisory di Sersys Ambiente che interverrà all’evento, “Per raggiungere questo obiettivo sono necessari uso razionale delle risorse, riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, investimenti in tecnologie green, sostegno all’innovazione nel settore industriale”.

ARTICOLI CORRELATI

  • Economia circolare perché sceglierla?

Economia lineare e circolare: perché scegliere il modello circolare

L’Economia Circolare si propone come un paradigma di sviluppo sostenibile, in grado di disaccoppiare l’estrazione di risorse alla crescita e al benessere: l’obiettivo, infatti, è quello di estendere la vita dei prodotti, limitando al minimo i rifiuti, così da gestire in maniera consapevole le materie prime. Le differenze con l'economia lineare nella nostra news.

  • Rapporto rifiuti speciali ISPRA

Rifiuti speciali, pubblicato il 20° Rapporto di ISPRA

Pubblicato il 20° Rapporto Rifiuti Speciali dell’ISPRA: produzione arrivata a quasi 154 milioni di tonnellate, molto bene il riciclo. Occorre potenziare e migliorare l'impiantistica per raggiungere gli obiettivi europei e per proporci sempre di più come leader a livello europeo nell'economia circolare.